La Costituzione è Legge fondamentale dello Stato italiano (art. XVIII disp. trans. e finali)

La Democrazia è Sovranità che appartiene al Popolo (art. 1 Cost.)... che la esercita nelle forme stabilite dalla stessa.

Tali forme comprendono la Democrazia Rappresentativa (art. 55 Cost.) esercitata dai cittadini eletti; e la Democrazia Diretta (artt. 50, 56, 58, 71, 75, 102 e 138) esercitata dai cittadini NON eletti.

Senza entrambe queste due forme non ci sarà mai nessuna Democrazia ma soltanto una Oligarchia.

23 apr 2012

Iniziativa Quorum Zero... - Terzo banchetto raccolta firme a Marsala

Ottimo risultato ancora a Marsala con 124 firme raccolte ieri 21 aprile.


Il gruppo formato da Giuseppina Cassini e Mario Mangogna, con la collaborazione di Ornella Cialona, Luana Saturnino e Rosario Grammatico, sta tenendo la media di 100 firme a banchetto.


Un ringraziamento anche ai marsalesi che hanno dimostrato di avere recepito e condiviso lo spirito dell'iniziativa.

14 apr 2012

Iniziativa Quorum Zero... - Secondo banchetto raccolta firme a Marsala

Il gruppo ha raccolto ben 97 firme nella sola giornata di oggi. 



Giuseppina Cassini - referente CCDD Regione Sicilia

Giuseppina Cassini e Mario Mangogna

Luana Saturnino (volontaria e simpatizzante CCDD) e Mario Mangogna






Iniziativa Quorum Zero... - Secondo banchetto raccolta firme in Alessandria





Prima firma

Il Consigliere comunale Paolo Bellotti


13 apr 2012

Quorum Zero e Più Democrazia - Prima giornata nazionale


Domani 14 aprile 2012


alla prima giornata nazionale di raccolta firme a sostegno dell'iniziativa popolare "Quorum Zero e Più Democrazia",


il CCDD ha previsto i punti di raccolta firme nelle città di:






Marsala (TP) - in Piazza Dittatura Garibaldina (v.no Piazza Loggia) - dalle 9:00 alle 19:00






Alessandria - in Piazza Garibaldi (ang. lo Corso Roma) dalle 9:00 alle 18:30
con la collaborazione di "Sovranità Popolare Alessandria"







Amministrative comunali

Basta chiacchiere.... 
un detto dice che: "Verba volant Scripta manent" 
Bisogna che chi si presenta alla elezioni amministrative impari a CONTRATTUALIZZARE il programma politico, ovvero scelga pochi punti che sa di poter seguire (troppi punti hanno il solito sapore di Demagogia) e si impegni, dichiarandolo per iscritto, a dimettersi spontaneamente una volta che non abbia dimostrato ampiamente di essersi dedicato ai punti programmatici presentati in campagna elettorale.

Se la gente non crede più a nessuno una ragione ci sarà pure e credo che occorra dare qualche garanzia in più per convincere coloro che non votano più.

I soliti programmi, più o meno uguali che tutti i partiti e liste civiche (sganciate dai partiti ?) propongono, sono prolissi e nessuno è mai riuscito a concretizzarli ... e le solite frasi fatte "però ci abbiamo provato" non giustificano più i fallimenti ed il peggioramento del tenore di vita di molti cittadini.

Esiste una legge da 21 ANNI che impone ai Comuni di inserire negli Statuti comunali strumenti di partecipazione popolare e di democrazia diretta e tali strumenti spesso introdotti negli Statuti in qualche modo sono inutilizzabili per la mancanza dei Regolamenti attuativi richiamati negli Statuti stessi.

Se la politica di pochi eletti NON riesce a concretizzare le promesse è evidente che i poteri in gioco sono troppo forti e soltanto il popolo, esercitando DIRETTAMENTE la sua sovranità, può ostacolare le lobbies e tali poteri forti.

Nei programmi politici occorre quindi:
specificare CHIARAMENTE l'intenzione di introdurre forti strumenti di democrazia diretta come i referendum di iniziativa e di revisione SENZA QUORUM !

Tutto il resto è fuffa.




CLICCA  SULL'IMMAGINE  PER  SCARICARE  IL  DOCUMENTO

12 apr 2012

La vigilia della prima giornata nazionale di raccolta firme Quorum Zero e Più Democrazia


comunicato stampa del 12-04-12

Il 14 aprile 2012 è la prima giornata nazionale di raccolta firme per l’Iniziativa Quorum Zero e Più Democrazia – in decine di città grandi e piccole italiane.
La raccolta firme per l’Iniziativa Quorum Zero e Più Democrazia entra nel vivo. Sabato 14 Aprile 2012 in molte città italiane si svolgerà la prima giornata nazionale “Quorum Zero e Più Democrazia”. Ci saranno banchetti e raccolte firme.

Le successive 2 giornate nazionali programmate sono il 5 maggio 2012 e il 2 giugno 2012.

Già 290 città in tutta Italia si sono attivate per la raccolta delle firme necessarie per presentare l’iniziativa "Quorum Zero e Più Democrazia" in Parlamento. La data iniziale era il 27 febbraio 2012. La data di termine raccolta è il 17 luglio 2012. Il Gruppo su FaceBook, ha più di 2500 iscritti e sono già stati realizzati banchetti in decine di città e raccolte centinaia di firme. Michele Ainis, il prof. Di Diritto Costituzionale ed editorialista anche de L’Espresso l’ha descritta come la proposta “PIU’ DIROMPENTE” tra quelle su cui si stanno raccogliendo le firme in questo periodo. Anche Il Venerdì di Repubblica ha dedicato un articolo. In questo momento in 16 città abbiamo raccolto già 1000 firme.

Questa proposta di legge ha l’obiettivo di modificare alcuni articoli della costituzione italiana per migliorare l’utilizzo degli strumenti di democrazia diretta già esistenti e introdurne di nuovi in Italia, ma utilizzati da più di un secolo in altri paesi del mondo come la Svizzera e la California. Il nostro obiettivo è quello di migliorare il funzionamento della democrazia italiana affiancando alla democrazia rappresentativa attuale, strumenti che diano la possibilità ai cittadini di far sentire la loro voce e di prendere decisioni che riguardano la cosa pubblica.

I punti qualificanti della proposta di legge sono i seguenti:

- Quorum zero in tutti i referendum.

- Revoca degli eletti, che previa raccolta di un numero elevato di firme, possono essere sottoposti a votazione di revoca del mandato (come in California, Svizzera, Venezuela, Bolivia).

- Indennità dei parlamentari stabilita dai cittadini al momento del voto.

- Referendum propositivo (come in California)

- Iniziativa di legge popolare a voto popolare (come in Svizzera), passa in parlamento, dove può essere accettata, rifiutata oppure generare una controproposta, ma poi viene votata dai cittadini).

- Referendum confermativo (come in Svizzera). Tutte le leggi create dal parlamento, prima di entrare in vigore, possono essere poste a votazione popolare, previa raccolta delle firme necessarie.

- Referendum obbligatori in alcune tipologie di leggi in cui i rappresentanti hanno un conflitto di interessi (es. finanziamento partiti, leggi elettorali) e sui trattati internazionali e sulle leggi urgenti.

Oltre a questi si prevedono le seguenti ulteriori innovazioni:

- Petizione con obbligo di risposta entro 3 mesi.

- Iniziativa di legge popolare a voto parlamentare con obbligo di trattazione in parlamento in 12 mesi. Se ciò non accade diviene referendum e va al voto popolare.

- Nessun limite di materie referendabili (come in Svizzera), tutto ciò che può essere discusso dai rappresentanti, può essere messo a referendum e votato dai cittadini.

- Cittadini autenticatori (oltre alle figure previste oggi per legge).

- Utilizzo di firme elettroniche (come per la Iniziativa dei Cittadini Europei).

- Obbligo di introduzione di strumenti di democrazia diretta a livello locale senza quorum.

- Possibilità da parte dei cittadini di modificare la costituzione (come in Svizzera dal 1891).

La realizzazione di questa proposta di legge è stato un lungo ed appassionante percorso durato da giugno 2011 fino a sabato 11 febbraio 2012, fatto di incontri dal vivo e di riunioni su internet. Questo testo finale è il risultato condiviso da un gruppo di persone provenienti da varie parti d’Italia, appassionate ed esperte di democrazia diretta e impegnate da tempo su questo tema.

Qui si trova il testo completo della proposta di legge che abbiamo depositato:

http://www.paolomichelotto.it/blog/wp-content/uploads/2012/02/testo-finale-3-iniziativa-quorum-zero-e-pi%C3%B9-democrazia.pdf

Questo il blog di riferimento:

www.quorumzeropiudemocrazia.it

Qui il gruppo su FaceBook, che ha superato i 2.500 iscritti.

http://www.facebook.com/home.php?sk=group_116774758409798

Per approfondire gli argomenti consigliamo il libro:

Vivere meglio con più democrazia

http://www.paolomichelotto.it/blog/wp-content/plugins/download-monitor/download.php?id=50

Per maggiori dettagli si invita a contattare i seguenti portavoce per l’iniziativa:
Paolo Michelotto 3470907427
Dario Rinco 347 7105518
Gianni Ceri 333 4652270
Enrico Pistelli 3283584799

Comunicato-stampa la vigilia della prima giornata nazionale di raccolta firme Quorum Zero e Più Democrazia 12-04-12

06 apr 2012

La Repubblica scrive dell'iniziativa Quorum Zero Più Democrazia


Dall'inserto periodico "Il Venerdì" del quotidiano "La Repubblica" edizione del 6 aprile 2012 pagina 41.
Link alla fonte


Per ingrandire e leggere clicca sulla foto

05 apr 2012

Presentazione ddl popolare Quorum Zero in Alessandria


Il 4 aprile 2012 ore 21:00 ad Alessandria, alla presentazione dell’iniziativa "Quorum Zero e Più Democrazia", abbiamo fatto un’interessante chiacchierata con alcuni candidati della lista M5S di Alessandria.
Sono rimasti entusiasti ed abbiamo raccolto pure delle firme.
Poca gente ma interessata e che ha dato la firma.

C’erano altri due rappresentanti di una lista civica che si è presentata alle comunali ormai vicine, anch’essa interessata alla Democrazia Diretta.

Un ringraziamento anche al consigliere comunale, Paolo Bellotti, che oltre ad avere autenticato le firme ha gradito molto la “revoca degli eletti” citata nel disegno di legge.

La presentazione in vari formati è scaricabile ai link sotto elencati.


Volendo si possono stampare le diapositive su carta, rilegarle e tenere ai banchetti di raccolta firme … come abbiamo fatto io e Franco Dell'Alba il 31 marzo al primo punto di raccolta firme.






Segui via Email

Domanda di adesione

Per iscriversi al CCDD: scaricare il modulo di adesione, stamparlo, compilarlo e inviarlo via e-mail nella modalità indicata nel modulo stesso.