La Costituzione è Legge fondamentale dello Stato italiano (art. XVIII disp. trans. e finali)

La Democrazia è Sovranità che appartiene al Popolo (art. 1 Cost.)... che la esercita nelle forme stabilite dalla stessa.

Tali forme comprendono la Democrazia Rappresentativa (art. 55 Cost.) esercitata dai cittadini eletti; e la Democrazia Diretta (artt. 50, 56, 58, 71, 75, 102 e 138) esercitata dai cittadini NON eletti.

Senza entrambe queste due forme non ci sarà mai nessuna Democrazia ma soltanto una Oligarchia.

24 giu 2012

Riceviamo e diffondiamo - Lettera aperta a Beppe Grillo

Lettera aperta a Beppe Grillo per chiedere di collaborare alla raccolta di firme "Quorum zero più democrazia" per portare la democrazia diretta in Italia.

Caro Beppe,
come sicuramente saprai, in Italia dal 27 febbraio 2012 si stanno raccogliendo le firme per il progetto di legge "Quorum zero più democrazia" (www.quorumzeropiudemocrazia.it ) che ha l'obiettivo di dare più potere ai cittadini italiani grazie agli strumenti della democrazia diretta. Questo progetto di legge è stato redatto con un lavoro di diversi mesi dalle migliori associazioni italiane che si occupano di Democrazia diretta.

Manca un mese alla fine della raccolta (17 luglio) e purtroppo non abbiamo ancora raccolto tutte le 50.000 sottoscrizioni necessarie.

Abbiamo letto con grande piacere la tua intervista comparsa sul "Fatto quotidiano" del 13 giugno 2012 nella quale dici di voler portare la democrazia diretta in Italia (vedi stralcio allegato) e di voler organizzare un "Costituzione Day".

Poiché sarebbe sciocco buttare tutto il grande lavoro fatto sino ad ora da centinaia di volontari, ti chiediamo di organizzare subito il "Costituzione Day" e di chiedere a tutti i gruppi del Movimento 5 Stelle di dare una mano a raccogliere le firme mancanti. In un solo giorno siamo certi che sorpasseremo abbondantemente il numero di firme necessario. Ti ricordiamo che sul sito c'è un manuale dettagliato con i fac simile dei moduli, le istruzioni per farli vidimare ecc. ecc.. C'è solo da prenotare gli spazi pubblici e andare in piazza...

Fiduciosi di un tuo positivo accoglimento ti inviamo cordiali saluti.
______


- Cittadinanzattiva Umbria
- Comitato Cittadino Democrazia Diretta
- Ecoistituto del Veneto
- Liste civiche Marche
- Mehr Democratie (Bolzano)
- Rete civica italiana

Per informazioni:  338 803715

Siamo prossimi al termine della raccolta firme Quorum Zero e Più Democrazia

Ieri, 23 giugno 2012, ad Alessandria c'è stata la sesta raccolta firme a sostegno dell'iniziativa popolare "Quorum Zero e Più Democrazia".


Questa volta il banchetto è stato organizzato dal Movimento 5 Stelle di Alessandria che ha sostenuto fin dall'inizio della raccolta firme (27 febbraio) questa iniziativa.


La democrazia diretta rientra, fra l'altro, nel loro programma politico presentato alle elezioni comunali che si sono concluse il mese scorso e dalle quali si è appreso che il gruppo 5 stelle alessandrino è la terza forza politica in Alessandria, su 33 liste che si erano presentate il 5/6 maggio scorso.


In questa occasione ad Alessandria i cittadini hanno potuto essere informati e sensibilizzati su due questioni importanti:
Altre 56 firme si sono aggiunte alle oltre 400 finora raccolte in Alessandria, fra cui circa 250 di cittadini residenti.


Manca meno di un mese al termine della campagna di raccolta firme per "Quorum Zero e Più Democrazia "e contiamo nella collaborazione del gruppo 5 stelle alessandrino per portarla a termine nel migliore dei modi e per la futura iniziativa volta a modificare lo Statuto comunale per introdurre la Democrazia Diretta a livello locale che avvieremo dopo la consegna delle firme e del testo di legge "Quorum Zero e Più Democrazia" in parlamento.


Un ringraziamento al consigliere comunale eletto, Domenico Di Filippo, per la disponibilità data ad autenticare le firme e all'amico Franco Dell'Alba (Sovranità Popolare) con cui ho condiviso questa bellissima esperienza.


Bruno Aprile - coordinatore nazionale CCDD
Questo volantino non è mai stato distribuito. E' solo una simbolica presentazione di quanto programmato  per il 23 giugno scorso, di mia invenzione.







17 giu 2012

CCDD Marsala supera le 1.000 firme per Quorum Zero e Più Democrazia


Superate le 1000 firme a Marsala per l'iniziativa popolare "Quorum Zero e Più Democrazia".


Grazie a Giuseppina Cassini e a tutti i suoi collaboratori e volontari e grazie ai marsalesi per avere sostenuto numerosi l'iniziativa !


E grazie ad AltraTrapaniWebTV per l'intervista.



Link alla fonte del video


MARSALA (TRAPANI) - «Credo che la Democrazia Diretta sia l'unica soluzione a questa mala politica che c'è in Italia. L'implementazione della Democrazia rappresentativa con la Democrazia diretta penso che sia l'unico passo che si possa fare per avere un Italia migliore». 

A sostenerlo Giuseppina Cassini, promotrice, nella città lilibetana ma anche in regione, del “Comitato cittadino Democrazia Diretta”.

Da aprile, la Cassini, ogni sabato, assieme ad una mezza dozzina di volontari, raccoglie le firme, a Piazza Dittatura Garibaldina, attigua alla centralissima Piazza della Repubblica, a Marsala, per la proposta di legge di iniziativa popolare denominata “Quorum Zero”.

«La città di Marsala ha risposto molto bene. Nel senso che abbiamo superato le 1.100 firme e speriamo di poterne raccogliere molte di più». Mille, come i garibaldini che sbarcarono proprio qui per unificare, politicamente, l'Italia. Mille, oggi, invece, i marsalesi che vogliono liberare l'Italia dai politici professionisti che, piuttosto che impegnarsi per migliorare la qualità della vita dei propri concittadini che li hanno delegati, rispondono agli input dei poteri forti economici, finanziari ed ecclesiastici.
 
Ad oggi, in tutto il Paese, le firme raccolte, o comunque comunicate alla Sede nazionale del Comitato, sono oltre 13.300. Più avanti, in quest'impegno sociale e politico, oltre Marsala, anche Trento (2.187 firme), Gravina in Puglia (1.200), Roma (580), Arezzo (550), Venezia (517), Vicenza (429), Alessandria (417), Bassano (400). L'obiettivo da raggiungere è quello delle 50.000 firme previste dall'art. 71 della Costituzione Italiana. I tempi, però, sono stretti, la raccolta delle firme deve concludersi entro il prossimo 18 luglio. Nei prossimi giorni, quindi, saranno attivati dei banchetti anche ad Erice, Marsala, Paceco.

«Quando si parla della revoca degli eletti, quando si parla dello stipendio dei parlamentari, dell'indennità dei parlamentari decisa dai cittadini col voto, ed in base allo stipendio medio degli italiani, la gente firma immediatamente», spiega Giuseppina Cassini. «Perché è una vergogna quel che fanno, giornalmente, tutti i politici», le fa eco un cittadino che ha appena firmato la proposta di legge. E non ha torto, proprio in questi giorni, a Marsala, è scoppiato lo “scandalo” del “voto di scambio”, tre politici risultano indagati [VEDI ARTICOLO SU MARSALA.IT].


15 giu 2012

Anche a Marsala l'iniziativa Quorum Zero e Più Democrazia


Pubblicato sulla rubrica "A Voi la parola" www.viveremarsala.it
link alla fonte 


Dal  02 Aprile  2012 è iniziata ufficialmente la raccolta firme anche a Marsala (TP)  per la proposta di legge di iniziativa popolare “Quorum Zero e Più Democrazia“. Si potrà firmare presso la Segreteria del Comune di Marsala tutti i giorni, in orario d’ufficio.  Occorre solo un documento identificativo. Già in oltre 342  comuni di tutta Italia ci sono cittadini e gruppi che hanno comunicato la loro disponibilità a raccogliere le firme richieste.  La proposta di legge popolare, fatta cioè da cittadini, ha come obiettivo l’eliminazione del quorum dai referendum e l’introduzione di strumenti di democrazia diretta in Italia. Tra questi strumenti, già utilizzati da decenni con successo in altri stati del mondo, ricordiamo i referendum propositivi, i referendum confermativi, referendum obbligatori in alcune circostanze (modifiche della Costituzione, trattati che trasferiscono la sovranità nazionale, argomenti per i quali gli eletti sono in conflitto di interessi…), la possibilità di revoca degli eletti e molti altri consultabili sul sito dell’iniziativa www.quorumzerepiudemocrazia.it.


Per poter presentare questa proposta di legge in Parlamento,  il comitato promotore dovrà raccogliere almeno 50.000 firme. Molti sono i cittadini che non conoscono gli strumenti di democrazia diretta e sarà quindi anche un’occasione per informare la popolazione e invogliare ad un maggiore spirito civico.


Inoltre vi informiamo che  Sabato 16 giugno 2012,  il “CCDD”  Comitato Cittadino Democrazia Diretta (Marsala),  sostiene questa iniziativa, e la scrivente Giuseppina Cassini, referente per la Regione Sicilia  insieme ad un gruppo di cittadini-volontari, saranno in P.zza  Dittatura Garibaldina dalle  ore 09:30  fino alle  ore 19:00,  per la raccolta firme “Quorum Zero e Più Democrazia”.


Referente del CCDD per la Regione Sicilia,
Giuseppina Cassini.

7 giu 2012

Basta INCIUCI e discussioni in Sordina

Non per fare dell'allarmismo ma è più che opportuno NON  PRENDERE ALLA LEGGERA CERTE MANOVRE PARLAMENTARI INVITANDO TUTTI A SEGUIRE L'ITER DI QUESTA PROPOSTA PARLAMENTARE per non fare la stessa fine fatta con la Legge Costituzionale 20 aprile 2012 n. 1 (Pareggio di bilancio in Costituzione).


Scrivete e/o parlate ai vosti politici preferiti, ai media, parlatene a tutti, ma questa legge non deve passare senza referendum confermativo (art. 138 cost.) e nella più totale ignoranza e/o mancanza di informazioni. 


In teoria il referendum potrebbe essere richiesto subito dopo la prima votazione delle due Camere ma i nostri furbi eletti hanno interpretato come hanno voluto loro l'art. 138 Cost. e nella legge attuativa L.352/70 hanno pensato bene di ingannare la popolazione (come già fatto col referendum abrogativo e l'iniziativa di legge popolare). 


Si sta discutendo in Commissione Affari Costituzionali del Senato un disegno di legge presentato nel 2008 che chiedeva la modifica degli artt. 55, 57 e 58 della Costituzione italiana (atto s.24). 


Il problema a mio avviso non è nell'atto originale citato ma negli altri disegni di legge costituzionali che sono stati aggiunti alla discussione. Come fatto con il "pareggio di bilancio in costituzione" i nostri eletti hanno abilmente ed in sordina evitato il referendum confermativo mediante i 2/3 dei membri delle camere, accorpando in un unico testo tanti disegni di legge che hanno modificato alla fine ben 4 articoli della Costituzione (artt. 81, 97, 117 e 119 cost.)


Ora potrebbe verificarsi la stessa cosa, ovvero a un disegno di legge si accorpano altri disegni di legge da costituire un testo unico che modificherà tanti articoli della Costituzione fino a stravolgere poteri, istituzioni e soprattutto il ruolo del popolo per tutto ciò che concerne l'esercizio della sua sovranità. 


Non è facile comprendere bene l'obiettivo per chi non mastica questioni legislative ma con l'aiuto di informazioni provenienti da persone competenti o ATTENTE si può fare uno sforzo per meglio comprendere cosa ci riserverà il futuro per mezzo dei nostri politici "eletti".


In sostanza pare sempre più evidente che anziché orientarci verso una democrazia (estendere il potere deliberativo) si sta tornando indietro (concentrare il potere deliberativo in meno persone)


Di seguito un articolo stampa redatto dal Prof. Valerio Onida e il link al sito del Senato che riguarda i lavori in corso su quanto sopra indicato:
Quello che preoccupa è la discussione congiunta degli atti elencati in questa sezione, ovvero il TESTO UNIFICATO Se le cose dovessero mettersi male, ovvero silenzio dei media, silenzio dei politici e votazione a larga maggioranza dei 2/3 dei membri delle camere in PRIMA votazione (i disegni di legge costituzionali devono essere deliberati DUE volte da ENTRAMBE le Camere) occorre trovare il modo di dire ai nostri politici che stanno esagerando... ad esempio diffondendo e aderendo ANCHE a questa iniziativa. Nel frattempo cercherò di capire meglio di che si tratta e di dare uno sguardo agli altri disegni di legge che modificherebbero le funzioni delle Camere, del Governo e chissà che altro !


MA  NON  PERMETTETEVI  DI  TOCCARE (eliminare) L'ELEZIONE  DIRETTA  DEI SENATORI !
_______
AGGIORNAMENTO AL 3 GIUGNO 2012

TESTO UNIFICATO AGGIORNATO (al 30 MAGGIO 2012) con il ripristino dell'elezione DIRETTA dei senatori all'art. 58.
Nota Bene:
Il testo datato 30 maggio non compare (in sostituzione del testo precedente) nel sito ufficiale del Senato e pertanto i cittadini possono farsi un'idea dei disegni di legge presentati e in discussione in parlamento solo attraverso il materiale pubblico, ovvero i testi a disposizione dei cittadini nei siti istituzionali. 
Il testo che stanno quindi ancora discutendo per me, cittadino, resta questo:


AGGIORNAMENTO AL 14 GIUGNO 2012

Il testo unificato è stato approvato dalla Commissione parlamentare ed assegnato all'assemblea del Senato per l'esame e la votazione .. occhio !

Segui via Email

Domanda di adesione

Per iscriversi al CCDD: scaricare il modulo di adesione, stamparlo, compilarlo e inviarlo via e-mail nella modalità indicata nel modulo stesso.