La Costituzione è Legge fondamentale dello Stato italiano (art. XVIII disp. trans. e finali)

La Democrazia è Sovranità che appartiene al Popolo (art. 1 Cost.)... che la esercita nelle forme stabilite dalla stessa.

Tali forme comprendono la Democrazia Rappresentativa (art. 55 Cost.) esercitata dai cittadini eletti; e la Democrazia Diretta (artt. 50, 56, 58, 71, 75, 102 e 138) esercitata dai cittadini NON eletti.

Senza entrambe queste due forme non ci sarà mai nessuna Democrazia ma soltanto una Oligarchia.

30 apr 2010

LA LEGGE NON E' FRUTTO DI UNA SOLA PERSONA

Sarebbe bene leggere prima il materiale informativo da questo link: http://it.wikipedia.org/wiki/Procedimento_legislativo

____________

Per riassumere ed aggiungere:

1) L'Organo legislatore è il Parlamento (che ha il Potere Legislativo - ovvero di FARE le Leggi).

2) Il Parlamento è formato da due camere (la Camera dei Deputati e il Senato della Repubblica).

3) La Camera è formata da 630 deputati ed il Senato da 315 senatori (totale 945 parlamentari).

4) L'iniziativa legislativa parlamentare parte con la presentazione di una Proposta Di Legge (pdl) o Disegno Di Legge (ddl) da parte di un qualsiasi membro del Parlamento che viene prima esaminata da apposite Commissioni parlamentari, i cui membri possono proporre modifiche entro certi termini (Emendamenti). Queste Commissioni votano poi il DDL (o PDL) articolo per articolo e DOPO sottopongono alla Camera dei deputati il DDL per la votazione finale con la maggioranza dei voti dei suoi componenti, dopodichè il DDL votato dalla Camera passa al Senato che farà la stessa cosa.

Il DDL votato dalle due Camere a MAGGIORANZA DEI VOTI (almeno 945/2+1 = 473 voti) passa al Presidente della Repubblica per la Promulgazione. Il Presidente può rinviare UNA SOLA VOLTA alle Camere il DDL se nota irregolarità o illegittimità e se queste lo rivotano anche SENZA ALCUNA MODIFICA il DDL ritorna al Presidente della repubblica che è OBBLIGATO a Promulgarlo.

Dopo la promulgazione del Presidente della Repubblica il DDL diventa LEGGE, la quale diventa effettiva normalmente dopo 15 giorni dalla sua pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale.

CONCLUSIONI:

Una Legge, giusta o ingiusta, legittima o illegittima (anti-costituzionale) è il frutto della volontà di ALMENO 473 parlamentari e NON SOLO DA CHI LA PROPONE!!

Questo è l'iter legislativo parlamentare... quello Governativo è altra cosa, anche se il Parlamento DOVREBBE avere l'ultima parola (Conversione in Legge di un Decreto Legge di iniziativa governativa).

______________________

Ora capirete che quando si sentono o si leggono titoli o lamentele del tipo: Tizio è un Dittatore, Tizio ha fatto la Legge, ha voluto la Legge, ha abolito la Legge, ha modificato la Legge, etc. etc. viene da piangere, per quanto sia disinformante l'informazione che ci trasmettono i media asserviti ai politici.

Perchè il Presidente del Consiglio, ad esempio, chiunque esso sia, NON FA LE LEGGI e perchè è fin troppo evidente che chi propone titoli o lamentele del genere o indica una sola persona come responsabile dei mali dell'Italia (Leggi ingiuste, illegittime, etc.)... sia egli di destra, di centro o di sinistra;

E' DI PARTE!!

E siccome il CCDD ritiene il Parlamento un'insieme di individui che avrebbero la pretesa di fare gli interessi del popolo... ma che invece se ne fregano altamente del popolo... escluso forse qualcuno che, contro una maggioranza di strane persone, potrà fare solo una cosa: ovvero NULLA!

NON VOGLIAMO ESSERE PRESO PIU' IN GIRO NE' DAI PARTITI - NE' TANTO MENO

DA CITTADINI CHE FANNO IL LORO GIOCO SENZA avere ancora afferrato bene il perchè lo facciano... Viene a loro in tasca qualcosa?

Se così fosse è meglio che si cerchino altri polli (v. commento dal titolo: Nuovi Partiti e Movimenti... etc.)

Cordiali saluti agli onesti, obiettivi, riflessivi e sovrani cittadini.

CCDD - Comitato Cittadino Democrazia Diretta - 27 aprile 2010

Nessun commento:

Posta un commento

Segui via Email

Domanda di adesione

Per iscriversi al CCDD: scaricare il modulo di adesione, stamparlo, compilarlo e inviarlo via e-mail nella modalità indicata nel modulo stesso.