La Costituzione è Legge fondamentale dello Stato italiano (art. XVIII disp. trans. e finali)

La Democrazia è Sovranità che appartiene al Popolo (art. 1 Cost.)... che la esercita nelle forme stabilite dalla stessa.

Tali forme comprendono la Democrazia Rappresentativa (art. 55 Cost.) esercitata dai cittadini eletti; e la Democrazia Diretta (artt. 50, 56, 58, 71, 75, 102 e 138) esercitata dai cittadini NON eletti.

Senza entrambe queste due forme non ci sarà mai nessuna Democrazia ma soltanto una Oligarchia.

25 feb 2011

Sei motivi per ritenere la sola Democrazia Rappresentativa una falsa democrazia e un sistema obsoleto

  • Togliamo bambini, minorenni, etc., basandoci quindi solo sugli aventi diritto al voto, è assurdo pensare che soltanto 945 su 52.000.000 cervelli pensanti, dove ognuno ha conoscenze e competenze sulle più svariate tematiche, possano saper fare le scelte migliori e più competenti per stabilire leggi e regolamenti. Se poi pensiamo che per essere parlamentare non è richiesto nessun esame specifico quando invece occorrerebbero delle credenziali ben più complesse e complete di un esame di laurea, possiamo ragionevolmente pensare che i parlamentari non possono essere onniscienti.
  • E' ormai un fatto assodato da tempo, ed in ogni parte del mondo, che la criminalità organizzata per perseguire i propri interessi fa' pressioni di vario genere (minaccia, corrompe, ricatta) su uomini di potere all'interno dei sistemi rappresentativi e delle istituzioni;
  • La nostra Costituzione prevede che anche i cittadini elettori possono chiedere ed esporre (art. 50 Cost.), proporre leggi (art. 71 Cost.), abrogare leggi (art. 75 Cost.), confermare leggi costituzionali o di revisione costituzionale (art. 138 Cost.) e a livello locale possono anche esprimersi con referendum di tipo consultivo, abrogativo, propositivo, deliberativo, revocativo, se richiesti alle amministrazioni locali e queste li abbiano introdotti, senza trappole, negli Statuti e nei Regolamenti comunali (art. 8 comma 3 Dlgs 267/00).
  • La situazione politica/economica/sociale dopo 63 anni di sola Democrazia Rappresentativa peggiora sempre più ed il numero di cittadini che disertano le urne ad ogni elezione (amministrativa e politica) è in continuo aumento.
  • La parola Democrazia significa "potere del popolo" e non di pochi eletti da questo, che col trascorrere del tempo hanno fatto in modo che il popolo non possa nemmeno più eleggere i suoi rappresentanti (la legge 270/05 consente la sola scelta delle coalizioni di partiti e non dei deputati - art. 56 Cost. e dei senatori - art. 58 Cost.). La Democrazia Rappresentativa non si differisce agli effetti pratici dall'Oligarchia perché in entrambi i casi sono POCHI a decidere e a determinare le sorti di molti.
  • In una Democrazia la sovranità appartiene al popolo il che prevede che possa esercitarla sia attraverso rappresentanti eletti e sia direttamente (ritorniamo agli artt. 50, 71, 75 e 138 Cost.), ovvero che il popolo lascia le decisioni ai rappresentanti che elegge fino a che non decide di intervenire direttamente attraverso Petizioni, Proposte di legge di iniziativa popolare e Referendum, in perfetta armonia col comma 2 dell'art. 1 della Costituzione che cita il termine FORME (plurale) e non forma (singolare) con cui esercitare la sua sovranità. Le forme sono infatti due: indiretta (attraverso rappresentanti eletti) e diretta (dove i rappresentanti eletti diventano esecutori della volontà espressa dai cittadini elettori).

QUINDI:

E' necessario e logico integrare la Democrazia Rappresentativa con la Democrazia Diretta. I rappresentanti eletti la ostacolano da sempre e a tutti i livelli (nazionale e locale) e sta quindi ai cittadini pretenderne il giusto riconoscimento e la corretta applicazione.

25 febbraio 2011
Bruno Aprile - Locate Varesino (CO) - tel. 3472954867 - CCDD Coitato Cittadino Democrazia Diretta

Nessun commento:

Posta un commento

Segui via Email

Domanda di adesione

Per iscriversi al CCDD: scaricare il modulo di adesione, stamparlo, compilarlo e inviarlo via e-mail nella modalità indicata nel modulo stesso.